Blog

Ritorniamo in forma in palestra … ma senza trascurare il benessere dei nostri capelli!

Dopo le vacanze di Natale, e le relative trasgressioni alla dieta sana ed equilibrata che ci siamo imposte, siamo tutte corse ai ripari iscrivendoci in palestra o in piscina, in vista di un’estate che, purtroppo o per fortuna, non è così tanto lontana, col suo implacabile banco di prova: la prova costume! Prese dal desiderio di rimetterci in forma, trascuriamo lo stress provocato ai nostri capelli dal sudore, dagli elastici che usiamo per legarli durante lo sport, dal cloro della piscina e dagli sciampi frequenti … rischiando così di arrivare a giugno con un corpo perfetto, ma con un esercito di doppie punte! Per ridurre al minimo il rischio di capelli sfibrati, è indispensabile seguire alcuni accorgimenti ed utilizzare il giusto prodotto di cura per capelli. Per quanto riguarda gli accorgimenti da seguire, sono pochi ma fondamentali: non asciugare i capelli con il phon quando sono pieni d’acqua, ma tamponarli prima delicatamente con un telo; non pettinare i capelli bagnati senza aver prima applicato un prodotto adatto al districamento; usare il phon ad una temperatura non troppo alta; per assicurarsi di aver asciugato la zona dietro il collo, iniziare l’asciugatura a testa in giù, ottenendo anche un piacevole effetto volume; dirigere il getto d’aria del phon dalla radice verso le punte. E per quanto riguarda il giusto prodotto da utilizzare per prendersi cura dei nostri capelli? Ci pensa Inlight a consigliarcelo!

Il Dottor Mariano Spiezia ha creato un nuovo gioiello per la cura dei nostri capelli: Inlight Hair Elixir, un Elixir protettivo e nutriente per capelli secchi, ispidi e danneggiati, in vendita esclusivamente Online in Italia e in edizione limitata. Indispensabile protezione e nutrimento, prima e dopo lo shampoo, in palestra, in piscina, al mare ed all'aperto, quest’olio per capelli ha moltissimi impieghi. È consigliabile per tutti i tipi di capelli, lisci o ricci, sani o sfibrati, naturali e colorati, e si avvale della presenza di olio di argan e fieno greco. Quest’ultimo è estratto da una pianta medicinale altamente anti-infiammatoria e ristrutturante, agendo quindi come potente riparatore. Ad affiancarne l’azione, l’olio di argan 100% biologico presente nell’Hair Elixir, ricco di proprietà emollienti, che stimola la ricrescita del capello. Protegge i capelli dal sudore e dal cloro della piscina, da lunghe esposizioni al sole, alla salsedine e al vento. Si massaggia sul cuoio capelluto e su tutta la lunghezza del capello, con o senza risciacquo in caso di capelli danneggiati. Molteplici gli usi consigliati per l’Hair Elixir, e le relative istruzioni per l’applicazione:Ristrutturare e nutrire, effetto balsamo. Applicare il prodotto su capelli inumiditi prima di ogni shampoo. Massaggiare e pettinare con un pettine a denti larghi distribuendo l'olio anche sulle punte. Lasciare agire per 5-10 minuti. Fare lo shampoo senza usare balsamo. Asciugare I capelli normalmente.

 

  1. Ristrutturare e nutrire, trattamento super-idratante, equilibrante del cuoio capelluto. Applicare il prodotto su capelli asciutti almeno due ore prima, o la sera prima di andare a letto, per tutta la notte, poi procedere allo shampoo. Massaggiare e pettinare con un pettine a denti larghi distribuendo l'olio anche sulle punte. Fare lo shampoo senza usare balsamo. Asciugare I capelli normalmente.
  2. Effetto anti-crespo, anti-doppie punte. Applicare con le mani una piccolissima quantità sui capelli puliti ed asciutti modellandoli. Prestare particolare cura alle punte.
  3. Idratazione e protezione al mare, in piscina, al sole. Usare dopo il bagno di mare, se esposti al sole, e prima dello shampoo per rimuovere la salsedine.

Grazie ad Inlight e al Dottor Spiezia, anche i nostri capelli arriveranno in forma all’estate!

Viviamo in un ambiente stressante e pieno di sostanze nocive e il caos cittadino ci porta a comportamenti automatici, quasi robotici tanto da perdere di vista la cura di noi stessi; non per questo però ci manca quell’anelito a un’esistenza più sana e rilassante. 

Quante volte ho pensato: ”Adesso mi rintano in una bella casa di campagna e comincio a coltivare il mio orticello lontano da tutto ciò che è dannoso”. Ma quanto durerei? Probabilmente non molto. Per quanto sarebbe bello alla fine questo mio sogno idilliaco, che assomiglia di più ad una fantasia poetica pastorale che alla realtà, non durerebbe più di qualche mese o, se vogliamo esagerare, qualche anno. La città, inevitabilmente, come una sirena mi richiamerebbe tra le sue tecnologiche e ammalianti comodità.

Perché preferisco il biologico e mi sono innamorata di Inlight? Perché anche in un mondo cittadino come quello in cui vivo ho bisogno di sentire la natura e in Inlight, una linea di prodotti cosmetici interamente biologici di cui mi fido, l’ho ritrovata. Quindi invece di sperimentare la vita in una casetta in mezzo al bosco come Thoreau, scelgo di comprare ed usare qualcosa che riproduca lo stesso contatto e la stessa vicinanza ad essa.   

Nonostante io sia una persona pigra e preferisca stare a casa sdraiata sul divano a vedere un film piuttosto che andare, zaino in spalla, a fare un picnic in campagna, quando la mia dietologa ha preso le mie misure si è sorpresa del fatto che avessi la pelle tonica e compatta anche con dei chili in più e che le smagliature non si vedessero quasi. Beh… non fui altrettanto sorpresa considerando che era da un po’ che utilizzavo il Firm & Tone dell’Inlight. Un olio che reputo fantastico! Magari avessi la costanza di metterlo tutti i giorni, cambierei aspetto!
 

Sono molti i blog e articoli che parlano di cose naturali e non, e sono molti i prodotti che vengono chiamati biologici. In verità ai giorni nostri mi viene sempre il dubbio se quello che ci mettiamo sulla pelle sia buono o cattivo, anche sui prodotti certificati a causa di pareri e legislazioni differenti.
Ho avuto modo di testare personalmente l’efficacia del marchio Inlight e la fortuna di poter assistere ad alcuni processi di produzione; per questo mi sento di garantirne la qualità!

Articolo del Dott. Spiezia sul Firm & Tone Oil (in italiano)
Articolo del Dott. Spiezia sul processo produttivo Inlight (in inglese)

La Pelle in Autunno - Dottor Mariano Spiezia

 

 

L’autunno è entrato subitaneamente nella nostra vita dopo un’estate prolungata più del normale. La pioggia, il vento e l’abbassamento delle temperature sono i segni di questo naturale susseguirsi delle stagioni. La pelle, che custodisce la nostra salute e la nostra bellezza, va amata e protetta in modo particolare proprio in questi mesi di cambiamenti.

 

Come?

Conoscendo a livello fisiologico i cambiamenti fisici, chimici ed umorali a cui va incontro e accompagnandoli dolcemente, supportandola con adeguati interventi esterni ed interni.

L’autunno è un periodo di transizione del nostro organismo e dunque della Pelle stessa che, come parte esterna di esso è indissolubilmente coinvolta in tutte le variazioni ambientali e “temporali” (= autunno!) a cui esso va soggetto.

Sono stato da poco nel distretto dei laghi (Lake Disctrict) nel centro nord dell’Inghilterra quasi al confine con la Scozia, e gli scenari che ho visto sono stati straordinari. Quello che mi ha colpito di più sono state le variazioni autunnali dei colori: dal ruggine all’arancio, dal marrone chiaro al rosso scuro, dal giallo intenso all’ocra.

 

 

 

Una magia che ha incantato il mio cuore e lo ha riempito di gratitudine per il nostro Pianeta. Una cosa interessante che ho notato è che i colori autunnali sono per la maggior parte nello spettro “basso” dell’iride come in rappresentanza di un movimento verso la parte più calma (in senso di frequenze) e di riposo della luce, in linea con il viraggio verso l’aspetto di contrazione ed introspezione invernale.

È la Natura che si ritira dall’esterno per spingere le radici in basso nel terreno per prepararsi all’inverno e in senso psicologico saremo più tentati di “essere” piuttosto che “fare”.

Tutte queste modificazioni nella Natura hanno un risvolto simile nel nostro corpo e nella nostra pelle: gli umori interni rallentano i loro flussi, la circolazione sanguigna si ritira in parte dall’esterno (pelle) per meglio irrorare gli organi interni, la pelle stessa inizia ad essere meno “ossigenata” e a desquamare per liberarsi dello strato più esterno e produrrà meno grasso, che per altro ha una funzione molto importante di barriera e protezione. La pelle diventa più pallida e fredda.

 


Il nostro corpo inizia ad aver voglia di mangiare cibi più caldi e riscaldanti, favorisce tuberi e radici e, come individui, abbiamo voglia di restare più spesso a casa al caldo, piuttosto che uscire all’aperto.

In tutto questo la pelle si presenterà più secca ed arida, danneggiata non solo dagli elementi naturali esterni, ma anche dallo smog, dall’inquinamento e dal riscaldamento casalingo.

Quest’ultimo è un importante fattore di secchezza della pelle che coinvolge in particolare le casalinghe che spendono in casa molto del loro tempo. Il danno che l’aria secca e/o viziata arreca alla pelle ed alle vie respiratorie può avere un grosso impatto nei fenomeni di invecchiamento dell’epidermide e delle malattie delle prime vie respiratorie.
Inoltre, non bisogna dimenticare gli uffici e tutti coloro che ci lavorano; anche in questo caso è da tenere d’occhio il tasso d’umidità interna per evitare i fenomeni di cui sopra.

 

In sostanza uno dei fattori di maggior danno alla pelle è la perdita d’acqua sia perchè beviamo di meno, sia perchè in ambienti interni riscaldati, aumenta quella che viene chiamata la “perspiratio insensibilis” ovvero l’evaporazione spontanea di liquidi attraverso la pelle.

A questo punto quali sono le azioni da porre in essere per prevenire e trattare la pelle “autunnale”?

- L’idratazione interna è, come prima spiegato, molto importante ma, al contrario dell’estate è bene favorire l’uso di bevande calde come tisane di frutti di bosco (ricche di vit. C) o di spezie riscaldanti (cannella, zenzero, chiodi di garofano, pepe, vaniglia, ecc), di brodi vegetali leggeri o semplicemente una tazza di acqua calda, limone e miele. Una vecchia ma sempre valida ricetta è quella di mettere a bollire frutta secca (un’albicocca, un fico, ecc, con la buccia di un limone bio e una mela tagliata in 4, un chiodo di garofano e un po’ di cannella), lasciare sbollire per 15 min circa e poi filtrare e bere calda, magari con un po’ di miele.

- L’idratazione esterna sarà indirizzata a mantenere nel proprio ambiente un’umidità sufficiente con l’uso degli appositi umidificatori da applicare ai termosifoni o agli umidificatori ambientali che rilasciano vapore nell’aria. In questi si possono aggiungere un po’ di oli essenziali puri (e non usare nel modo più assoluto i deodoranti ambientali chimici fondamentalmente tossici), per deodorare la casa o per agire, con oli essenziali specifici, in maniera delicata sulle vie respiratorie in caso di tosse o raffreddori. In questo caso consultatevi col vostro medico omeopatico per verificare se ci fossero incompatibilità o possibili fenomeni di antidotazione, nel caso stiate seguendo un trattamento omeopatico.

- Sostegno interno al calore ed al metabolismo interno, con l’uso di supplementi naturali che favoriscano il ricambio cellulare (alghe), migliorino gli scambi interstiziali (antiossidanti), forniscano preziosi elementi nutritivi a sostegno della protezione interna allo stress ossidativo invernale (Omega 3,6,9).

Idratazione specifica della pelle con creme a base di purissimi oli vegetali che aumentano la barriera protettiva esterna, diminuiscono i fenomeni di evaporazione ed essiccazione della pelle, contribuiscono a fornire alla pelle i nutrienti essenziali persi a causa di fattori esterni ed interni di cui abbiamo parlato sopra al fine di mantenerla idratata ed in buona salute.

I prodotti 100% Biologici della Linea INLIGHT rispondono a tutti questi requisiti.

Perchè?

Perchè nella Linea 100% Bio INLIGHT sono stati usati oli pregiatissimi pressati a freddo che, per la loro particolare affinità con lo strato idrolipidico della pelle contribuiscono, non solo a proteggere la pelle danneggiata dalle intemperie creando una barriera altamente protettiva, ma le forniscono anche preziosi elementi nutritivi quali gli acidi grassi polinsaturi Omega 3,6,9, fondamentali per la produzione (azione ricostituente) di nuove cellule epidermiche.


Il risultato? La pelle non apparirà stanca, senescente ed asfittica ma luminosa ed in buona salute.

Ecco perchè abbiamo scelto gli oli come base dei nostri preziosi prodotti.

Molte creme commerciali hanno come primo ingrediente o tra i primi, il termine AQUA = Acqua che significa che la maggior parte del prodotto è a base di acqua. L’acqua darà solo un senso iniziale di freschezza, ma ciò è dovuto alla sua rapida evaporazione perchè non può essere assorbita in quanto la pelle è “impermeabile” per sua natura. Pertanto, specie in inverno, l’olio, scelto ovviamente tra quelli più assorbibili e nutrienti, rappresenta il naturale complemento alla corretta igiene ed al corretto sostentamento affinché la pelle si mantenga in buono stato.


Nei prossimi approfondimenti parleremo specificamente degli “oli della Bellezza” descrivendo l’uso degli oli nella storia e nella tradizione, le proprietà cosmetiche e depurative ed altri usi della tradizione.

A questo punto è fondamentale nella cura autunnale della pelle una buona pulizia del viso con un prodotto che aiuti ad eliminare le cellule morte della superficie che creano quel fastidioso “effetto opaco” e allo stesso tempo deterga in profondità i pori per aiutarli a respirare, per ossigenare gli strati più profondi e liberarli dalle impurità.


L’uso quotidiano, mattino e sera, di INLIGHT Face Cleanser (Balsamo Detergente per la pulizia del viso), risulta, di fatto, il First- Aid per realizzare il nostro scopo. Questo prodotto contiene tra gli altri, l’olio di Cocco ad azione purificante, detergente ed antibatterica e l’olio di Jojoba, di Karité e di Enotera tutti super nutrienti e ricchi di Vitamina E antiossidante. A questi sono stati combinati sinergicamente gli estratti di TÈ Verde e la buccia di Limone, per la loro attività dermo-depurativa e antiossidante; l’estratto di Rosmarino e di Zenzero per la loro capacità di stimolare la circolazione sottocutanea e favorirne quindi i processi depurativi, il Cipresso per favorire la finale opera di toning della pelle. La pelle dopo l’uso del Face Cleanser apparirà rigenerata e nutrita.


Il naturale prosieguo dell’azione purificante del Face Cleanser è INLIGHT Organic Face Tonic una miscela fresca e delicatamente detergente di Purissime Acque Floreali. In essa troviamo l’azione tonica-astringente dell’Acqua di Rosa e di Fiordaliso, quella anti-infiammatoria della Camomilla Romana e l’azione anti-infiammatoria e citofilattica (stimolatrice della riproduzione cellulare epidermica) dell’Acqua di Lavanda. Dopo aver applicato il Face Cleanser, si realizza la pulizia del viso imbevendo del cotone idrofilo, meglio ancora sarebbe un panno di lino, di Floral Face Tonic e passandolo delicatamente su tutte le parti del viso. La pelle risulterà rivitalizzata, tonificata e disinfiammata e lievemente profumata.



Il terzo strumento per affrontare la giornata e uscire allo “scoperto” sicure di Sé e certe di aver fatto tutto il possibile non solo per “apparire” ma per “essere” naturalmente belle, è INLIGHT Daily Face Oil. Amo particolarmente questa formula a base di Jojoba ed Enotera (veri toccasana per la pelle secca e danneggiata dal vento e dal freddo per l’alto tenore di acidi grassi essenziali e di vitamina E) per la sua delicata ma duratura azione idratante e per la sua azione ammorbidente (estratto di fiori di Malva bio colti a mano) e “avvolgente ed esotica” legata all’estratto di vaniglia.

Ogni prodotto di questa “triade per la bellezza” ha una sua propria energia ed una propria Forza Vitale nata dalla combinazione sinergica degli ingredienti: usandoli imparerete a percepirne la magia e la straordinaria azione depurativa ed ammorbidente. Vi lascerete andare alla loro azione senza opporre resistenza, certi del loro effetto e della loro incredibile energia. Non c’è nulla in assoluto più bello che lasciarsi andare in mani (fiori…) sicure come quelle della Natura, che mai tradisce, ma solo dona senza aspettare nulla in cambio se non il rispetto per il suo Amore incondizionato.


Nel prossimo approfondimento parleremo di altri aspetti della Pelle in Inverno e altre soluzioni per trattare la pelle ed il corpo durante questo periodo.

Dottor Mariano Spiezia

 

 

 

La calendula (Calendula officinalis) è uno dei fiori che più ho amato ed usato, ed ancora uso, sia nella mia pratica medica erboristica che nella formulazione dei prodotti per la cura della pelle.

 

Mi ha sempre attirato la sua semplicità`, la sua forza ed il suo colore raggiante: un piccolo sole gioioso, spendente tra il verde intenso delle sue foglie, macchie di luce sottratte al cielo durante il tramonto.
Non può passare inosservato a colui che passeggia curioso nella natura. Per qualche motivo antico mi riporta alla regalità e alla dignità ` che hanno alcuni semplici che di tanto in tanto si incontrano nella vita.


Appartenente alla famiglia della Asteraceae (aster= a forma di stella), la calendula, chiamato anche fiorraccio è un piccolo fiore giallo arancione con foglie verdi ed è originario dal Nord Africa (e dove altrimenti poteva arricchirsi di tanta luce?); deve il suo nome dal latino “calendae” ovvero primo giorno del mese che descrive la sua costante e mensile capacita` di fiorire, dalla primavera fino ad autunno inoltrato.

Altri pensano che il nome sia legato al greco kàlathos con il significato di cesto o coppa, legato alla forma del capolino. E, con il girasole, è caratterizzato dalla capacità di seguire la luce solare (eliotropia).

Ed il suo colore è infatti connesso al terzo chakra, o plesso solare, il centro del nostro corpo collegato al sole della forza, dell’energia, del potere.


In una delle mie riflessioni su questa piccola gemma floreale, ho realizzato che questa sua caratteristica è uno dei motivi di attrazione per gli essere umani che percepiscono e cercano nel suo colore il sole come fonte di vita e come simbolo della luce interiore: un piccolo dio RA della tradizione egizia, nascosto tra i campi.


Ogni anno la pianta può produrre fino a 60 capolini ed ognuno di essi è di 7 cm circa di diametro.


Dal punto di vista fitochimico la calendula è ricca di una miscela di carotenoidi (pigmenti giallo-arancioni) pari all’1.5% del peso secco: tra loro il beta-carotene, il licopene, la luteina e le xantofille, tutti lipofili, cioè solubili in olio.


Quando, durante il processo di preparazione dell’oleolito 100% biologico di calendula (la tecnica fondamentale per la preparazione delle basi oleo-terapeutiche della linea dei trattamenti per la pelle Inlight), i fiori sono immersi nell’olio, dopo alcune ore, e poi nei giorni successivi, c’è il viraggio del colore iniziale da verde a uno straordinario giallo intenso trasparente, proprio a causa del passaggio in fase oleosa dei beta-caroteni e dei carotenoidi. Il contenitore di vetro dove avviene il processo diventa un piccolo globo di luce calda ed intensa. Una meraviglia a vedersi.

Ai carotenoidi sono legati le attività antiossidanti così utili nei preparati per uso esterno (azione anti-aging e anti-radicale liberi) e la grande capacità “vulneraria” cioè quella di accelerare i processi di cicatrizzazione della pelle.

In quest’ultima caso tale azione è dovuta sia all’incremento della fagocitosi da parte del sistema reticolo-endoteliale che della produzione di fibrina con una rapida formazione del tessuto di granulazione e un conseguente aumento del metabolismo delle glicoproteine, nucleoproteine e collagene: il risultato è una rapida e più efficacie chiusura e riepitelizzazione delle ferite.

Questa importante azione sulla guarigione delle lesioni cutanee della calendula è da attribuire anche ai glicosidi flavonoici, a quelli dell’acido oleanico e all’olio essenziale (ricco di oltre 45 componenti).


Come sempre avviene in natura è la sinergia di più componenti del fito-complesso che determinano l’azione terapeutica finale. E` un po` come quello che avviene nel corpo umano quando una serie di enzimi e vitamine, le une legate ad altre, permettono delle reazioni a cascata e la funzionalità ottimale di tutto il sistema.


Altri composti presenti nella calendula sono i flavonoidi: glicosidi, isoramnetina e quercetina, rutoside triterpenoidi: glicosidi dell’acido oleanolico ed alcoli triterpenici; gli steroli: sitoterolo, campesterolo, stigmasterolo e i tannini pirogallici, manganese, Vitamina C.


Una cosa interessante del fito-complesso della calendula è l’assenza, diversamente dalle altre composite di cui fa parte, dei lattoni sesquiterpenici, spesso causa di reazioni allergiche. Pertanto è una pianta maneggevole e con ottima tolleranza e che può essere usata, per uso esterno, a tutte le età e con tutti tipi di pelle, con la sola eccezione fatta quelle che hanno una specifica individuale, ma molto rara, (a meno di personale) ipersensibilita`.


 

Accanto all’attività vulneraria sopra descritta, c’è quella anti-infiammatoria che completa in maniera mirabile l’efficacia degli estratti di questo fiore sui problemi della pelle. Tale attività è legata alla abbondante frazione triterpenica, ed in particolare dei composti del faradiolo.


Le sue proprietà sembrano essere finite, ma invece non è cosi! Infatti ci sono ancora quelle antimicrobiche, dovuta ai flavonoidi e alle saponine, e diretta verso diversi tipi di microorganismi, in particolare contro i batteri Gram-positivi (Staphylococcus aureus e Streptococcus betahaemolyticus), ed antivirali (gli estratti idralcolici svolgono un’azione antivirale spiccata legandosi alle strutture della membrana cellulare dei virus e causandone il danneggiamento) e antifungine, quelle immunomodulanti, quelle vaso-protettrici etc.!


E poi ancora per uso interno quelle coleretiche e ipoglicemizzanti, emmenagoga (regolarizzante il ciclo mestruale), antispasmodiche (reduce gli stati dolorosi di origine spastica, specie se coinvolgenti l’apparato riproduttivo femminile)…


A Londra c’è una clinica che usa impacchi di fiori freschi di calendula e unguenti di calendula per eliminare verruche e infezioni fungine, specialmente della pianta dei piedi.


In definitiva la calendula è una fonte straordinaria di principi salutari che possono essere usati per molte patologie esterne della pelle ed interne, con predilezione per le mucose su cui agisce sia come anti-infiammatorio che come vulnerario. Utile infatti nei problemi del cavo orale (come colluttorio), ma anche nelle gastriti ed ulcere gastriche attraverso l’azione dei saponosidi, in particolare il calenduloside B (utile, nella mia esperienza, anche nelle patologie del colon come la retto-colite ed il morbo di Chron).

Utilizzo topico
Le attività citofilattiche e riepitelizzanti, cicatrizzanti e antinfiammatorie, attivanti la circolazione ed idratanti della calendula la posizionano tra i primi rimedi in assoluto nel trattamento e cura della pelle in generale e in molte patologie dell’epidermide sia esse di natura infiammatoria, che batterica, virale o fungina. Tra esse: acne giovanile e acne rosacea, eritemi fisici e chimici, dermatosi, foruncoli, cheratosi, geloni, ulcere, scottature e ferite, ulcere varicose, eritemi solari e da pannolino, tromboflebiti, punture di insetti, piaghe da decubito, infezioni cutanee da vari agenti patogeni, etc.

 

Quindi preparati a base di Calendula (creme, pomate, unguenti, balsami, colluttori etc.) sono utilissimi nel trattamento di pelli secche e delicate, screpolate, arrossate, sensibili poiché migliorano l’idratazione epidermica, stimolano la circolazione sanguigna, il trofismo locale e la produzione di nuove cellule riducendo allo stesso tempo i fenomeni flogisti.


Ovviamente è molto importante che la Calendula utilizzata per la produzione di estratti, siano essi oleosi o idroalcolici, sia di origine biologica certificata per garantirne la massima qualità e l’assenza di sostanze chimiche di sintesi che potrebbero entrare nella catena produttiva e finire così sulla nostra pelle o nel nostro corpo contribuendo alla sua intossicazione.

 

La Linea Inlight ha estratti oleosi di calendula prodotti nei laboratori Cemon in Cornovaglia, nei seguenti prodotti: Night Balm (Balsamo Notte)Line Softener Intensive Formula (Balsamo antirughe)Body Oil with Arnica (Olio corpo all’Arnica)Restorative Body Butter (Balsamo corpo), Foot & Leg Balm (Balsamo piedi e gambe), e Chocolate Face Mask (maschera viso alla cioccolata).

Contatti

Corso Giuseppe Garibaldi ,198

80028 Grumo Nevano

Napoli - Italia


Tel. +39 0815057296

Fax +39 0815057879


info@inlightskincare.eu

Newsletter

Area Amministrativa

© 2016

Search